3a Prova GT Open - Campionato Interregionale Centro

Castiglione di Ravenna – 26/10/2003

Ottimo successo per la 3a gara di Campionato GT Open Centro Italia nella nuova cornice della pista di Castiglione di Ravenna, a pochi chilometri da Cervia e dalla riviera Adriatica. La manifestazione  è l’occasione per il debutto ufficiale dello slot club romagnolo MRC Slot, che nella settimana precedente la gara ha impegnato i propri organizzatori in un pesante “tour de force” per garantire il perfetto funzionamento della pista, (che è stata inaugurata da pochi giorni!) e per la sistemazione di quant’altro necessario per l’accoglimento dei piloti (box, pernottamenti ecc.). Alle 8,30 del sabato mattina, quando Gulminelli, del club ospitante,  arriva a Castiglione per aprire i locali della pista e dare inizio alle “danze”, il primo gruppo di agguerriti perugini è già sul posto, in attesa davanti all’ingresso del Bar – Endas, con valigette ricolme di variopinte Audi R8 e di gomme… miracolose. Poco più tardi arrivano numerosi gli slottisti aretini, che già avevano provato la pista il sabato precedente, ed il gruppo di Claudio Marchese da Napoli. Già dalla vigilia si preannuncia quindi una buona partecipazione, la pista è nuova e poco gommata ma il problema si risolve presto con l’assalto dei concorrenti che fanno la coda per il proprio turno di prove, il fondo rugoso del circuito Ninco a 6 corsie, di 32 metri, fa strage di gomme NSR, che a fronte di un buon “grip” accusano un consumo assai elevato. Il circuito romagnolo sembra abbastanza semplice e veloce ma riserva alcuni punti abbastanza insidiosi, che offrono ai piloti migliori (ed ai modelli meglio preparati) l’occasione per fare la differenza. Già dalle prime prove libere, i tempi ufficiosi realizzati dai piloti locali qualche giorno prima, crollano fragorosamente: e dire che si girava a 12,8 volt, mentre ora in pista la tensione è quella giusta (12,2 volt). I leader della classifica Merulli e Gasperini si avvicinano progressivamente al “muro” degli otto secondi. In pista, oltre a decine di Audi R8C Slot.it fugace apparizione di qualche Porsche Gt2, Ferrari 355, Toyota Gt One, Porsche 911 Gt1 Evo 98, Lola B98/10, Bmw V12. Un “ignoto” realizza (e poi cancella subito dal monitor) l’ottimo tempo di 8,000 e si sparge la voce che qualcun altro abbia fatto addirittura meglio! Alla sera della prima giornata, dopo dodici ore ininterrotte di prove, ci ritroviamo a tavola, a discutere di campionato italiano, di progetti futuri, di ANSI e “slotterie” varie, nella pizzeria Tiger, a pochi metri dal locale della pista. La vicinanza della godereccia riviera romagnola rimembra ai commensali, nonostante l’età ormai “matura” di alcuni, la passione verso altre “fessure” (slot), ma il rispetto verso la presenza della giovane e simpatica aretina Elisa garantisce il bon-ton dell’ambiente.

La Domenica mattina il quadro dei partecipanti si completa con i nuovi arrivi da Perugia, Napoli ed Arezzo, gli iscritti sono 27 nonostante l’improvvisa defezione di tre piloti locali, impegnati in meeting di lavoro, e di qualche esterno che aveva promesso la propria adesione.

Alle 12,30 parco chiuso, verifiche tecniche e via per le qualifiche, si presentano ben 24 Audi R8, il compito di infrangere il “monomarca” Slot.it è affidato a Marchese, con la sua bianca Porsche 911 Gt1 Evo 98 e a due piloti locali, rispettivamente con una Porsche Gt2 e una Bmw V12. Il ronzio che proviene dalla pance dei modelli però è al 100% di Slot.it 29K.

Qualifiche in corsia 4 arancio, 60 secondi; da segnalare il pilota di casa Dalmonte che ottiene sorprendentemente la pole con pochi centesimi su Gasperini e Campriani. Un po’ in difficoltà i perugini con il leader della classifica generale, Merulli, che non ripete i tempi delle prove libere ed ottiene solo il quinto tempo.

La Gara:

In batteria V solo 3 piloti, l’aretina Elisa Caccioli e due piloti di casa: Signorini e l’esordiente Castellani. Parte bene Signorini con la sua “rumorosa” Bmw V12, in lotta con Castellani. Elisa, autrice di troppe uscite nella prima frazione, è attardata di qualche giro ma in seconda e terza manche aggiusta un po’ il tiro, rimonta e supera i romagnoli.  Castellani, con una Audi R8 non irresistibile, riesce però a prendere un ritmo costante e contiene gli errori, riuscendo in tal modo a sopravanzare la più veloce Bmw di Signorini. Finale di gara con Elisa che si stacca di alcuni giri e va a chiudere in testa con 135 giri, su Castellani (131) che a sua volta ha ragione su Signorini (126), molto falloso nella seconda metà della gara.

Batteria IV con ben 4 piloti perugini e 5 Audi R8 contro la rossa Porsche Gt2 di Balducci. L’aretino Lucci Edo parte in testa seguito da Pinca e Cellini; in seconda manche però la R8 di Lucci si ferma, la corona non tiene il serraggio con l’asse e slitta, si tenta inutilmente una riparazione di fortuna ma il modello non va ed il giovane e biondo pilota è costretto al ritiro, passa quindi al comando Pinca, con breve margine su Cellini, “Lallo” Giustiniani e Balducci, mentre Coccia, che dispone di un mezzo competitivo, alterna ottimi giri, con tempi di tutto rispetto, a tornate disastrose con frequenti uscite di pista. Anche Pinca commette qualche errore di troppo e nel finale di gara Cellini lo supera e riesce a mantenere fino alla fine uno stretto margine di vantaggio, andando a chiudere con 145 giri che gli valgono la leadership provvisoria della classifica, Pinca è secondo a 144 giri, Giustiniani è terzo e Balducci quarto, mentre anche Coccia abbandona alla quinta manche per un problema al pick-up.

Batteria III con sei R8 al via. Parte fortissimo il romagnolo Oriani, che chiude la prima frazione con 27 giri su Maggi (26), Radicchi (25), Sarah Pacetti (24), Montanino e Lucci Niccolò (23). Seconda, terza e quarta manche con un bellissimo testa a testa fra Oriani, Maggi, Radicchi e Montanino che si ritrovano per più volte nello stesso giro, il romagnolo fa segnare anche un ottimo 8,352 sul giro. Lucci e Pacetti seguono con qualche giro di ritardo.  In quinta manche Radicchi esce di forza e guadagna la testa della corsa, Oriani resiste al ritorno di Montanino mentre Maggi, causa qualche problema tecnico, deve fermarsi qualche secondo a controllare il modello, perde contatto e quando rientra si ritrova spalla a spalla con Lucci a contendersi la quarta piazza.  All’inizio dell’ultima manche Radicchi è in testa, ma a meno di un giro lo seguono Oriani e Montanino. Il perugino mantiene il sangue freddo e tiene il comando andando a chiudere con 153 giri e portandosi in testa alla classifica provvisoria, è invece Oriani a commettere un paio di errori che gli costano la seconda piazza in favore di Montanino, al quale non riesce il recupero sul leader della corsa e finisce la gara non doppiato a 152 giri, Oriani è terzo (151),  Maggi  è 4° (145) su Lucci Niccolò (145) e su Sarah Pacetti (143) che per solo 10 settori si piazza davanti al marito (Giustiniani) in classifica generale.

In batteria II il monomarca Audi R8 è rotto dalla bianca Gt1 Evo 98 di Claudio Marchese. Al via è però l’altro napoletano Mazza che parte subito in testa per rimanerci fino al termine della gara anche se sempre con uno stretto margine di vantaggio. Al termine della prima frazione dietro a Mazza è buon secondo Gulminelli, che in corsia blu non commette neanche un errore e tiene un buon ritmo. Boffa è terzo mentre Marchese e Martini faticano a prendere il ritmo giusto, chiude Rossi Pietro la cui R8 pare essere la meno competitiva del lotto. Nelle fasi centrali della gara Gulminelli commette qualche errore di troppo e viene raggiunto e superato prima da Boffa, autore di una corsa molto regolare, poi da Marchese e, nel finale, anche da Martini. Il giovane magionese dà anche l’impressione di poter rimontare sui leader della gara, inanellando alcuni giri veramente ottimi e dimostrando che il 3° posto di Perugia ed il 4° a Rieti non sono venuti a caso, ma improvvisamente la sua Audi R8 accusa un calo di prestazioni e deve fermarsi qualche secondo per farsi sistemare le spazzole. Mazza chiude con 161 giri e si porta in testa alla classifica, suo anche il miglior tempo sul giro fino a quel momento (8,339), secondo è Boffa a 160 giri, autore di un’ottima prova, poi Marchese (159) che con buon finale riscatta in parte una prova un po’ opaca, quarto è Martini a 157, quinto Gulminelli (155) e Rossi in coda con 151 giri.

In batteria I partono in testa, quasi appaiati,  Merulli e Gasperini, con un lieve margine a favore del perugino. Campriani è terzo a meno di un giro, mentre un po’ più in difficoltà sono Goti, Monaco ed il poleman Dalmonte. Grande equilibrio anche nella seconda manche, con Merulli che mantiene un lieve margine su Gasperini, secondo solo per aver commesso qualche errore. Campriani è terzo ma con un solo giro di ritardo. Gasperini però si riscatta nella parte centrale della gara, gira mediamente più veloce e recupera sul leader Merulli, l’attenzione degli spettatori è tutta sul confronto fra i due piloti di punta della classifica, specie quando arriva il sorpasso dell’aretino su Merulli, che paga anche qualche piccola distrazione nella guida. Pochi se ne accorgono ma Campriani è ancora lì, a ridosso dei primi, mentre Monaco e Dalmonte girano più regolari e con un buon ritmo a soli tre giri dai primi, Goti è sesto ma la quarta piazza è ancora alla sua portata. Finale di gara con Merulli che purtroppo deve difendersi in corsia rossa, la più ostica e lenta, perde il contatto da Gasperini e sente il fiato sul collo di Campriani che è circa a un giro di distacco. Dalmonte, Monaco e Goti ancora in lotta per la quarta piazza. Gasperini parte per l’ultima frazione con un buon margine di sicurezza, si innervosisce ed esce un paio di volte ma ciò non gli impedisce di mantenere agevolmente la testa  e chiudere vittorioso con 170 giri, Merulli conquista il posto d’onore (168 giri) resistendo al ritorno di Campriani che è terzo a meno di un giro dal perugino. Monaco, Dalmonte e Goti chiudono nell’ordine con distacchi assai ridotti fra loro, il romagnolo, un po’ distratto, non accorgendosi del ritorno di Monaco, chiude in scioltezza pensando di avere in mano la quarta piazza, che invece è appannaggio del napoletano per soli 30 settori .

Giro più veloce in gara per Merulli, che infrange il muro degli 8 secondi e fa segnare un eccezionale 7,972. Effettuate le verifiche sui motori, risultate regolari, è stato presentato un reclamo dallo Slot Club Perugino nei confronti del vincitore. Oggetto del reclamo alcune lievi “smussature”  della carrozzeria che sono apparse non casuali  e non attribuibili a sfregamento dei pneumatici od ad usura in pista. Per garantire imparzialità di giudizio è stato convenuto fra tutti i club presenti di affidare il responso del reclamo, non alla commissione tecnica di gara (Merulli, Gasperini, Dalmonte) ma a due membri scelti fra il Club ospitante e quello partenopeo, i quali hanno effettuato le ulteriori verifiche sul modello incriminato. La suddetta commissione ha confermato la classifica generale ma ha riconosciuto gli elementi di dubbio all’origine del reclamo ed ha inflitto un “warning” ad Andrea Gasperini, prefigurando un sorta di “ammonimento ufficiale” del quale si dovrà tener conto in caso di recidiva.

Finale con le premiazioni ai primi tre classificati e al primo degli esordienti, il pilota di casa Castellani.

Un ringraziamento sincero a tutti i partecipanti, da parte del sottoscritto ed a nome del club MRC Slot. L’augurio è che tutti si siano divertiti, anche io mi sono trovato benissimo in compagnia dei tanti amici ed appassionati che hanno partecipato e/o assistito alla gara, anche se alla sera, quando sono rientrato a casa, ho espresso a mia moglie la stessa frase pronunciata da Forrest Gump ai suoi fans, al termine della lunghissima cavalcata a piedi sulle strade degli States: “…mi sento un po’ stanchino”.

Ciao, Andrea (Chaparral)

QUALIFICHE – corsia 4 (orange)

Posizione

Batteria

Concorrente

Club

Auto

tempo

1

I

DALMONTE

FC

Audi R8C

8,181

2

I

GASPERINI

AR

Audi R8C

8,184

3

I

CAMPRIANI

AR

Audi R8C

8,223

4

I

GOTI

AR

Audi R8C

8,275

5

I

MERULLI

PG

Audi R8C

8,277

6

I

MONACO G.

NA

Audi R8C

8,319

7

II

MARTINI

PG

Audi R8C

8,441

8

II

BOFFA VITO

PG

Audi R8C

8,474

9

II

GULMINELLI

FC

Audi R8C

8,522

10

II

MARCHESE

NA

Porsche Gt1 Evo '98

8,613

11

II

MAZZA

NA

Audi R8C

8,632

12

II

ROSSI PIETRO

AR

Audi R8C

8,745

13

III

LUCCI NICCOLO’

AR

Audi R8C

8,759

14

III

MONTANINO DINO

NA

Audi R8C

8,794

15

III

ORIANI EURO

FC

Audi R8C

8,846

16

III

RADICCHI

PG

Audi R8C

8,878

17

III

MAGGI VINC.

AR

Audi R8C

8,980

18

III

PACETTI SARAH

PG

Audi R8C

9,073

19

IV

GIUSTINIANI

PG

Audi R8C

9,103

20

IV

COCCIA

PG

Audi R8C

9,138

21

IV

CELLINI

PG

Audi R8C

9,160

22

IV

LUCCI EDOARDO

AR

Audi R8C

9,236

23

IV

BALDUCCI

RA

Porsche 911 Gt2

9,263

24

IV

PINCA

PG

Audi R8C

9,294

25

V

CACIOLI ELISA

AR

Audi R8C

9,545

26

V

CASTELLANI

FC

Audi R8C

9,719

27

V

SIGNORINI

RA

Bmw V12 '98

10,425


CLASSIFICA FINALE GARA (6 manches di 4 minuti ciascuna)

Posiz

Batt.

Concorrente

Club

Auto

Giri

gap

Best Lap

Corsia

Punti

1

I

GASPERINI *

AR

Audi R8C

170,40

 

8,121

blue

25

2

I

MERULLI

PG

Audi R8C

168,28

-2,12

7,972

blue

20

3

I

CAMPRIANI

AR

Audi R8C

167,40

-3,00

8,230

blue

17

4

I

MONACO G.

NA

Audi R8C

164,49

-5,91

8,241

blue

15

5

I

DALMONTE

FC

Audi R8C

164,10

-6,30

8,179

blue

14

6

I

GOTI

AR

Audi R8C

163,65

-6,75

8,179

blue

13

7

II

MAZZA

NA

Audi R8C

161,44

-8,96

8,339

orange

12

8

II

BOFFA VITO

PG

Audi R8C

160,69

-9,71

8,507

blue

11

9

II

MARCHESE

NA

Porsche Gt1 98

159,47

-10,93

8,511

blue

10

10

II

MARTINI

PG

Audi R8C

157,71

-12,69

8,347

blue

9

11

II

GULMINELLI

FC

Audi R8C

155,78

-14,62

8,511

blue

8

12

III

RADICCHI

PG

Audi R8C

153,32

-17,08

8,519

blue

7

13

III

MONTANINO

NA

Audi R8C

152,42

-17,98

8,793

green

6

14

III

ORIANI EURO

FC

Audi R8C

151,70

-18,70

8,352

blue

5

15

II

ROSSI PIETRO

AR

Audi R8C

151,39

-19,01

8,726

green

4

16

III

MAGGI VINC.

AR

Audi R8C

145,81

-24,59

8,788

blue

3

17

IV

CELLINI

PG

Audi R8C

145,79

-24,61

9,058

orange

2

18

III

LUCCI N.

AR

Audi R8C

145,10

-25,30

8,617

blue

1

19

IV

PINCA

PG

Audi R8C

144,15

-26,25

8,789

blue

1

20

III

PACETTI SARAH

PG

Audi R8C

143,66

-26,74

8,840

blue

1

21

IV

GIUSTINIANI

PG

Audi R8C

143,56

-26,84

8,839

white

1

22

IV

BALDUCCI

RA

Porsche 911 Gt2

136,30

-34,10

9,007

orange

1

23

V

CACIOLI ELISA

AR

Audi R8C

135,45

-34,95

9,230

white

1

24

V

CASTELLANI

FC

Audi R8C

131,44

-38,96

9,718

blue

1

25

V

SIGNORINI

RA

Bmw V12 '98

126,60

-43,80

9,660

orange

1

26

IV

COCCIA

PG

Audi R8C

103,00

-67,40

8,617

blue

1

27

IV

LUCCI E.

AR

Audi R8C

37,00

-133,40

8,519

orange

1

* warning concorrente Gasperini

CLASSIFICA GENERALE – GT OPEN ITC

Pos.

Concorrente

Club

PG

RIETI

RA

AR

TOT

     

20-lug

21-set

26-ott

09-nov

 

1

Merulli

PG

25

25

20

 

70

2

Gasperini

AR

20

20

25 *

 

65

3

Martini

PG

17

15

9

 

41

4

Radicchi S.

PG

14

12

7

 

33

5

Campriani

AR

9

 

17

 

26

6

Mazza E.

NA

 

14

12

 

26

7

Marchese C.

NA

 

13

10

 

23

8

Dalmonte

RA

8

 

14

 

22

9

Pinca

PG

12

6

1

 

19

10

Grigioni

PG

11

7

   

18

11

Rotoni

RM

 

17

   

17

12

Gulminelli

RA

7

 

8

 

15

13

Monaco G.

NA

   

15

 

15

14

Regoli S.

PI

15

     

15

15

Simeoni S.

RI

6

8

   

14

16

Chiodo

RI

4

9

   

13

17

Goti

AR

   

13

 

13

18

Niccolai

LI

13

     

13

19

Boffa

PG

   

11

 

11

20

Grassi P.

RM

 

11

   

11

21

Giordani

RI

 

10

   

10

22

Peruzzi

AR

10

     

10

23

Coccia

PG

1

4

1

 

6

24

Montanino

NA

   

6

 

6

25

Pacetti S.

PG

5

 

1

 

6

26

Grifoni

RI

 

5

   

5

27

Oriani

RA

   

5

 

5

28

Rossi P.

AR

   

4

 

4

29

Cellini G.

PG

1

 

2

 

3

30

Maggi V.

AR

   

3

 

3

31

Rotondi

PG

3

     

3

32

Tempesta P.

RM

 

3

   

3

33

Giustiniani

PG

1

 

1

 

2

34

Radicchi D.

PG

2

     

2

35

Signorini

RA

1

 

1

 

2

36

Tempesta E.

RM

 

2

   

2

37

Balducci

RA

   

1

 

1

38

Caccioli E.

AR

   

1

 

1

39

Castellani

RA

   

1

 

1

40

Cavalierini

PG

1

     

1

41

Giagnoli

RI

 

1

   

1

42

Lucci Edoardo

AR

   

1

 

1

43

Lucci Niccolò

AR

   

1

 

1

44

Valli

AR

1

     

1

* concorrente Gasperini warning gara Ravenna